Ternana, prima emergenza stagionale per i rossoverdi

Domenica inizierà il lungo tour de force con ben cinque impegni nei prossimi quindici giorni

Il centrocampista Giuseppe Vives, come riporta il portale ufficiale della Ternana, si è sottoposto ad esami strumentali che hanno evidenziato una lesione di primo grado al flessore della coscia sinistra. Il calciatore ha già iniziato le terapie mediche ed il programma riabilitativo.

Emergenza centrocampo per la Ternana

Prima emergenza per la Ternana costretta al tour de force in questo mese di Ottobre. I rossoverdi saranno impegnati cinque volte, prima della fine del mese: Virtusvecomp Verona, Albinoleffe, Triestina, Rimini e Sambenedettese. In teoria le gare sarebbero sei anche se, al momento, non si conosce il destino della Viterbese (31 ottobre gara di Coppa Italia teoricamente in programma ndr). Ora, sulla linea mediana del campo, si evidenziano le prime problematiche del caso. Ai box Rigoberto Rivas e Daniele Altobelli ai quali si aggiunge Giuseppe Vives. Il classe 1980 potrebbe tornare disponibile per la trasferta di Trieste saltando, di conseguenza, due gare di campionato. Con Tommaso Pobega ancora non al top delle condizioni fisiche, come testimoniato dalla gara di domenica, possibile l’esordio di Lorenzo Callegari a Verona. Al suo fianco Salzano e Defendi con l’ex Milan dalla panchina. Insomma reparto piuttosto accorciato e scelte obbligate per mister De Canio

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Esce dall'auto e poco dopo si accascia a terra e muore. Un sabato pomeriggio drammatico a Ferentillo

  • Non paga la dose di cocaina al pusher ed è costretto a cedergli i suoi valori personali. La polizia intrappola un 25enne di Orvieto

  • La profumeria ecobio e l’idea creativa di un’imprenditrice ternana: “Ispirata da una filosofia di vita”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

Torna su
TerniToday è in caricamento