Venerdì, 18 Giugno 2021
Sport

“Addio Wolfango, il suo ricordo è forte come le sue travolgenti volate sul rettilineo d’arrivo”

Morto a 89 anni il velocista azzurro che partecipò alle Olimpiadi di Helsinki del 1952. La lettera dell’ingegner Porrazzini: “Uno degli sportivi ternani che ha onorato di più la nostra città”

Riceviamo e pubblichiamo una lettera di Giacomo Porrazzini in ricordo di Wolfango Montanari, il velocista azzurro che partecipò alle Olimpiadi di Helsinki del 1952, morto a Terni a 89 anni.

------------------------------------

Uno degli sportivi ternani che ha onorato di più la nostra città, Wolfango Montanari ci ha lasciato.

Provo sgomento e dolore; era stato il mio professore di ginnastica ed allenatore, al tempo in cui frequentavo le piste di atletica. Ma anche, da sindaco, un mio collaboratore impagabile al tempo in cui era responsabile del centro comunale di avviamento allo sport, frequentato da centinaia di bambini.

La sua gara olimpica ad Helsinki resta nella memoria di tutti gli appassionati ternani di quella disciplina meravigliosa che è l’atletica leggera. Ricordo che, dopo una gara in cui, da suo allievo, gli avevo dato una bella soddisfazione, mi regalò una delle magliette azzurre che aveva indossato da atleta di punta della nazionale italiana. È stata, per me, come una reliquia da conservare con cura, gratitudine ed affetto. Oggi lo saluto, insieme a tanti amici sportivi ternani con una stima ed un ricordo forti come le sue travolgenti volate sul rettilineo d’arrivo. Ciao Wolfango.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Addio Wolfango, il suo ricordo è forte come le sue travolgenti volate sul rettilineo d’arrivo”

TerniToday è in caricamento