rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Attualità Narni

Narni, 56esima edizione della Corsa all’Anello: “Pronti ad immergersi in suggestive atmosfere medievali”

La manifestazione prenderà il via mercoledì 24 aprile e si concluderà domenica 12 maggio. Il programma e le novità

Ancora una settimana, poi si alzerà il sipario sulla 56esima edizione della Corsa all'Anello. In città, manco a dirlo, l'attesa per l'inizio della manifestazione sale di ora in ora. Tutto in giro parla della festa e se qualcuno per un pò non ci pensa, ecco i vari gruppi di musici pronti a ricordarglielo attraverso le continue prove che vengono fatte lungo le vie del centro storico. La manifestazione prenderà il via mercoledi 24 aprile e si concluderà domenica 12 maggio.

Diciannove giorni durante i quali sarà possibile assistere, sotto il fil rouge della “terra”, a una fitta serie di eventi. Rievocazioni storiche, celebrazioni religiose e tradizionali, benedizioni dei cavalieri, battesimi dei terzieri, mercati, appuntamenti che vedranno protagonista l’arte, conferenze, talk, mostre, reading, letteratura, spettacoli teatrali, musica ed enogastronomia dai profumi e i sapori trecenteschi. Fino ad arrivare all’ultimo fine settimana con la sfilata del grande corteo storico in notturna e l’attesa gara equestre al Campo de' li giochi. Un lungo periodo che abbraccia due lunghi ponti – quello che va da mercoledì 24 a domenica 28 aprile e il seguente da sabato 27 aprile a mercoledì primo maggio – invitanti non solo per i cittadini umbri ma anche per i turisti che sempre più numerosi approfittano della Corsa all’Anello per immergersi in suggestive atmosfere medievali e, al contempo, visitare il contesto accogliente e ricco di storia e cultura del cuore verde d’Italia. Il banditore a cavallo aprirà l’evento e al tempo stesso sarà il primo appuntamento del lungo ponte di primavera. 

Immancabili le Giornate Medievali curate nei minimi particolari dai tre terzieri che, anima e cuore, lavorano durante tutto l’arco dell’anno per questa restituzione pubblica di alto spessore. Salti spazio-temporali che non si limitano a un singolo giorno ma che vedono un proseguimento nelle ambientazioni permanenti durante tutto il periodo della Festa e consentono di riscoprire scorci e angoli nascosti nel cuore della città. Ad aprire le danze sarà la Giornata Medievale del terziere Mezule con “Le età della vita” sabato 27 aprile alle 21 al parcheggio della chiesa di Santa Margherita. Il destino di una donna vissuta a Narni oltre sei secoli fa. Un racconto che si dipana tra passato e presente, rievocando l’amore, la gioia, il dolore e il disinganno. Il tempo fugge, creando legami inaspettati e indissolubili conflitti familiari. 

Domenica 28 aprile alle 21.30 in piazza San Bernardo spazio alla Giornata Medievale del terziere Santa Maria con “Tre cose solamente m'enno in grado: la donna, la taverna e 'l dado”. Una sera qualunque, in una taverna narnese del Trecento, sullo sfondo di un'atmosfera ebbra di vino e infiammata dal ritmo incalzante di diverse figure: chi gioca, chi beve e chi donne riceve. Storie di malaffari, vizi e peccati, che lasciano spazio anche all'amore. 

Infine, mercoledì primo maggio alle 15.30 a Largo San Francesco e dintorni sarà la volta del terziere Fraporta con “Una manciata di terra”. Nel 1363 la morte del componente di una nobile famiglia narnese crea sentimenti contrastanti: dolore per la perdita, avidità e invidia verso gli eredi. Tra i pettegolezzi e le chiacchiere del popolo emergerà la voce di una donna che farà capire l'importanza di una "manciata" di terra. 

Ma non solo, durante i due lunghi fine settimana numerosi gli eventi che animeranno Narni. Tra gli altri, si potrà assistere all’inaugurazione delle numerose mostre d’arte,  esibizioni dei gruppi musici della città, dei rinomati sbandieratori, nonché degli abili arcieri, spettacoli teatrali con la rivisitazione di testi classici, ma anche di piazza di ampio genere tra fuoco, giocoleria, danza storica e alcuni momenti suggestivi dedicati al santo patrono Giovenale. Il tutto accompagnato da giullari e figure dell’epoca che allieteranno il passaggio lungo le vie illuminate dal chiarore delle fiaccole.

Dopo il successo del 2023 la Corsa all’Anello vede il gradito ritorno di Max Mariola, tra i personaggi più affabili e apprezzati nel mondo dei social network, con il suo originale cooking show “Amatriciana dell’anello” che si terrà nella centralissima piazza dei Priori giovedì 25 aprile alle 17.30. E non solo, lo chef romano si diletterà con un tour nelle osterie dei terzieri per salutare tutti i presenti. La Corsa all’Anello è promossa dall’omonima associazione, con il sostegno e il patrocinio della Comunità Europea, di Enit Spa, della Regione Umbria, della Provincia di Terni, del Comune di Narni, della Fondazione Cassa di risparmio di Terni e Narni, della Camera di Commercio dell’Umbria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Narni, 56esima edizione della Corsa all’Anello: “Pronti ad immergersi in suggestive atmosfere medievali”

TerniToday è in caricamento