menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La denuncia di un lettore: “Abbandonate le sponde del fiume Nera lungo via Aleardi”

Segnalazione e foto: “Paghiamo la tassa di bonifica al Consorzio Tevere-Nera ma non si vede nessuno e invece la pandemia ci ha fatto riscoprire l’importanza di poter fare vita di quartiere”

Riceviamo e pubblichiamo la segnalazione di un lettore in relazione allo stato in cui versano le sponde del fiume Nera nella zona di via Aleardi a Terni.

-----------------------------------------------------------

Da cittadino ternano esprimo la mia massima delusione sull’inefficienza del Consorzio Tevere-Nera che da almeno 10 anni ha abbandonato la manutenzione delle sponde del fiume nera di via Aleardi malgrado intorno siano stati fatti importanti interventi di riqualificazione e qui basterebbe un intervento di pulizia. Come residente non comprendo come mai, pur pagando la tassa, non si veda nessuno e ben più grave è l’episodio accaduto nei giorni scorsi dove un albero alto almeno 20 metri è caduto a ridosso di Ponte Allende portandosi dietro altri 4 alberi e solo per una questione di centimetri non ci sono stati danni alla struttura, ai passanti del ponte e della pista ciclabile e a chi per attività spesso illecite frequenta il sotto ponte.

Mi rammarico perché da cittadino ho segnalato i primi di ottobre 2020 lo stato della sponda e soprattutto la pericolosità dell’albero palesemente inclinato che con piogge o vento sarebbe caduto mettendo in pericolo il ponte. Mi rammarico perché sono stato contattato 10 giorni fa e siamo stati inseriti in un progetto presentato dal Consorzio alla Tevere-Nera alla Regione come se per fare manutenzione serve un progetto.

Grazie alla collaborazione del Comune di Terni (Nannurelli in primis), ai volontari di via Aleardi, a gran parte dei residenti e alcune attività commerciali, all’associazione Mi Rifiuto e Asm, il parco e il quartiere è stato riqualificato e costantemente mantenuto pulito. La pandemia ancora di più ci ha fatto apprezzare la vita di quartiere e i suoi spazi, quindi ancor di più serve garantire ai cittadini giovani e anziani che vogliono passeggiare, stare su una panchina o fare sport (viste le strutture sportive chiuse) di farlo in sicurezza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento