rotate-mobile
Attualità

I quiz musicali, la passione per la Ternana e le battaglie in aula: addio a Massimo Minciarelli

Avvocato e giornalista, ha combattuto a lungo contro la malattia. Fra tre giorni avrebbe compiuto 69 anni

Questo freddo mattino di fine gennaio si è aperto con una brutta notizia. Quella riguardante la scomparsa di Massimo Minciarelli, avvocato e giornalista. Massimo fra tre giorni avrebbe compiuto 69 anni. Stava combattendo da tempo contro una brutta malattia. Si era sottoposto ad un intervento chirurgico e ad un certo punto era sembrato che il peggio fosse passato e che si trattasse soltanto di superare i tempi di un normale recupero. Che però non c'è stato. Il fatto che non lo si vedesse da parecchi mesi sui teleschermi delle televisioni regionali aveva fatto preoccupare un po’ tutti. In particolare chi nell’ambiente dell’informazione aveva più di altri occasione di incontrarlo.

Parlare di Massimo è facile, perché nella sua vita, oltre al tempo dedicato alla professione di avvocato, ha svolto con grandissima passione l’attività di giornalista sportivo e non solo e dunque era un personaggio assai popolare. È stato uno dei primi nella conca ad occuparsi della Ternana, dapprima in radio (Radio Stereo Terni) e subito dopo in televisione (Tele Radio Centro Italia). Ha collaborato con tante emittenti, sia ternane che umbre. Ha seguito la squadra rossoverde in trasferta su decine di campi di calcio di tutta Italia, sia quando essa militava nelle categorie importanti (C e B) che nei momenti bui della storia delle Fere (Serie D).

Il suo forte temperamento emergeva puntualmente davanti ai microfoni ed alle telecamere ogni qualvolta che c’erano da affrontare argomenti riguardanti le prestazioni di questo o quel giocatore. Non si tirava indietro nel puntare l’indice contro qualcuno che la domenica non aveva reso al massimo in campo o contro le scelte fatte dall’allenatore. E non si tirava indietro nemmeno quando c’era da discutere con qualche ospite in studio o al telefono.

Massimo era una persona aperta al confronto e durante le trasmissioni condotte da lui non si correva mai il rischio di annoiarsi. Gli inizi della sua carriera radiofonica lo vedono nel lontano 1976 condurre trasmissioni musicali a Radio Stereo Terni, la cui sede era allora in territorio narnese, più specificatamente a Collestoppione, poche decine di metri di distanza dalle fornaci Tacconi. Memorabili alcuni suoi quiz a premi, come pure tantissime trasmissioni con canzoni a richiesta. Poi tante esperienze fatte in altre emittenti locali. A Narni Massimo viene anche ricordato per essere stato per tanti anni lo speaker della Corsa all’Anello, sia alla corsa storica del 3 maggio che durante la sfilata del corteo del sabato sera.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I quiz musicali, la passione per la Ternana e le battaglie in aula: addio a Massimo Minciarelli

TerniToday è in caricamento