rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Attualità Maratta

Multe a Terni, sui verbali pesa l’“effetto” autovelox di via Lessini: incassi quadruplicati

Nel 2019 Palazzo Spada ha registrato proventi per poco più di 1,6 milioni, la previsione per il 2021 supera i 5 milioni: le telecamere di Maratta hanno “sparato” oltre 39mila sanzioni in 6 mesi. Ma sono diminuiti anche gli incidenti

Il dato, seppure ancora si tratta soltanto di una “previsione”, fa riflettere: per il 2021, il Comune di Terni potrebbe fare conto su oltre 5 milioni di euro di proventi dalle sanzioni amministrative. Un incasso che è praticamente quadruplicato rispetto al monte sanzioni del 2019, che ammontava a poco più di 1,6 milioni. E i più “maliziosi” hanno subito puntato il dito contro il “famigerato” autovelox di via Lesini, sulla Marattana.

I numeri sono stati forniti ieri dall’assessore Giovanna Scarcia durante il question time di Palazzo Spada. Eccoli: i proventi delle sanzioni amministrative al codice della strada ammontano a 1.638.015,84 euro per il 2019. L’anno successivo, quello in cui è esplosa la pandemia da Coronavirus e che dunque è stato segnato da lockdown, zone rosse e una conseguente limitazione degli spostamenti, segna una riduzione consistente. I proventi ammontano infatti a 1.070.937,68 euro.

Nel 2021, anche se ancora – ha precisato l’assessore – si tratta di stime previsionali, si dovrebbe passare a 5.170.000 euro. Qualcosa, deve essere successo. E forse, a questa “moltiplicazioni” di contravvenzioni e multe, potrebbe avere contribuito l’autovelox di via Lessini.

Secondo una analisi effettuata qualche tempo fa dal Corriere dell’Umbria, le telecamere avrebbero “strizzato l’occhio” sugli automobilisti indisciplinati per quasi 40mila volte nei primi sei mesi di vita, ossia da giugno a dicembre 2021. Per la precisione, i verbali sarebbero 39.278, per una media di circa 6.500 ogni 30 giorni. Più nel dettaglio, ci sarebbero 9.326 verbali nei primi dieci giorni di giugno 2021, 12.910 a luglio, 7.811 ad agosto, 3.383 a settembre, 2.867 ad ottobre, 2.310 a novembre e 681 a dicembre.

Con tutta probabilità, insomma, quell’impianto ha avuto il suo peso nel conto finale delle multe a Terni e negli incassi di Palazzo Spada. Ma ha dato anche una mano a migliorare la sicurezza stradale. Dal 2018 al 2020, quel tratto di strada ha visto verificarsi dieci incidenti con otto feriti (circa un sinistro ogni tre mesi). Nel 2021 nessuno si è fatto male. Meglio così.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Multe a Terni, sui verbali pesa l’“effetto” autovelox di via Lessini: incassi quadruplicati

TerniToday è in caricamento