Attualità

Acciai Speciali Terni, obbligo Green pass: l’azienda invia una lettera ai lavoratori. “Rischio per la copertura dei turni”

Riunione tra le organizzazioni sindacali e la commissione Covid in vista del 15 ottobre quando scatterà l’obbligo di presentare la certificazione verde

È ormai scattato il conto alla rovescia, in vista della data di venerdì 15 ottobre. Anche Acciai Speciali Terni si conformerà alla normativa concernente l’obbligo di presentare il Green Pass, per recarsi sul posto di lavoro. In tal senso, nel corso del pomeriggio di oggi – martedì 12 ottobre – si è tenuto un incontro tra le organizzazioni sindacali, Rsu di stabilimento e la commissione Covid. Confermata tale volontà è stata annunciata ai rappresentati delle sigle l’iniziativa che verrà adottata: Ast infatti invierà una comunicazione, a tutti i dipendenti, in previsione di tale scadenza, per fornire le direttive impartite. A partire dal 15 ottobre, mediante particolari macchinari, ci sarà la possibilità di leggere il QR Code e consentire l’accesso ai cancelli di ingresso. Le organizzazioni sindacali, da parte loro, hanno presentato le criticità le quali potrebbero emergere, ossia il rischio di non poter coprire tutte le turnazioni. Tra le novità annunciate, secondo quanto riportato da fonti sindacali, il lavoratore dovrà informare l’azienda 48 ore prima, previa comunicazione scritta mediante mail, la volontà di non recarsi al lavoro - causa mancanza di certificazione verde - e potrà rientrare in qualsiasi momento, comunicandolo al capoturno. Tuttavia per la data del 15 ottobre, essendo a ridosso della scadenza, la direzione aziendale applicherà maggiore flessibilità, per consentire a tutti i dipendenti di poter essere informati preventivamente. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acciai Speciali Terni, obbligo Green pass: l’azienda invia una lettera ai lavoratori. “Rischio per la copertura dei turni”

TerniToday è in caricamento