rotate-mobile
Mercoledì, 26 Giugno 2024
Attualità

Terni, la sesta edizione di Carsulae Teatro debutta con lo spettacolo di Stefano Massini: “Noi siamo quello che proviamo”

L’autore porta in scena l’Alfabeto delle emozioni. Appuntamento venerdì 14 luglio al Teatro Romano di Carsulae

La sesta edizione di Carsulae Teatro è in procinto di debuttare. Sono previsti sette spettacoli – distribuiti tra il mese di luglio e settembre – che vedranno in scena, tra gli altri, Stefano Massini, Francesco Montanari, Corrado d’Elia, Benedetta Buccellato, Riccardo Leonelli e Cecilia di Giuli. La rassegna è curata dal Comune di Terni, in collaborazione con la Direzione Regionale Musei Umbria e il TSU Teatro Stabile dell'Umbria, con il contributo della Fondazione Carit.

A dare il via al Carsulae Teatro 2023 sarà Stefano Massini, venerdì 14 luglio alle 20.45 al Teatro Romano di Carsulae, con il suo Alfabeto delle emozioni, spettacolo prodotto da Savà Produzioni Creative. “Noi siamo quello che proviamo. E raccontarci agli altri significa raccontare le nostre emozioni. Ma come farlo, in un momento che sembra confondere tutto con tutto, perdendo i confini fra gli stati d’animo? Ci viene detto che siamo analfabeti emotivi”. E proprio da qui parte Stefano Massini, lo scrittore così amato per i suoi racconti in tv del giovedì sera a Piazzapulita, per un viaggio profondissimo e ironico al tempo stesso nel labirinto del nostro sentire e sentirci in un immaginario alfabeto in cui ogni lettera equivale ad un’emozione. Ad esempio P come Paura, F come Felicità, M come Malinconia.

L’autore trascina il pubblico in un susseguirsi di storie e di esempi irresistibili, con l’obiettivo unico di chiamare per nome ciò che ci muove da dentro. Scorrono visi, ritratti, nomi, situazioni. Ad andare in scena è la forza e la fragilità dell’essere umano, dipinta con l’estro e il divertimento di un appassionato narratore. Stefano Massini è l’unico autore italiano nella storia ad aver ricevuto un Tony Award, l’Oscar del teatro americano, e i suoi testi sono tradotti in 27 lingue e messi in scena da Broadway alla Comédie-Française. Massini è uno scrittore che ha la sua cifra distintiva nel coniugare una spiccata vena letteraria a un forte estro di narratore dal vivo, è un compositore e ‘scompositore’ di parole e di storie, indagatore delle storie quotidiane e degli stati d’animo. ‘Qualcosa sui Lehman’ è stato uno dei romanzi più acclamati degli ultimi anni e la sua nuova opera teatrale è il monumentale Manhattan Project, affresco teatrale di oltre 5 ore sulla nascita della bomba atomica, pubblicato in Italia per Einaudi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terni, la sesta edizione di Carsulae Teatro debutta con lo spettacolo di Stefano Massini: “Noi siamo quello che proviamo”

TerniToday è in caricamento