Asm, la "pulizia" nei bilanci porta i conti in rosso

Il consuntivo 2017 approvato dall'assemblea dei soci chiude con un passivo di 3 milioni di euro per la riconciliazione della partita debiti/crediti con il Comune. Dominici: "Puntiamo su questa azienda"

L'Asm di Terni

Chiude in rosso il bilancio 2017 dell'Asm di Terni. L'assemblea dei soci - unico azionista il Comune di Terni - ha approvato giovedì pomeriggio il consuntivo con un passivo di circa 3 milioni di euro frutto della riconciliazione dei conti con palazzo Spada. La partita debiti/crediti tra l'amministrazione e l'azienda "ballava" ormai da tempo e a sentire l'assessore al Bilancio, Fabrizio Dominici, ora è stato messo un punto. "L'Asm ha sempre detto che doveva avere dei soldi dal Comune - spiega in sintesi - ma a noi non risultano titoli di credito rispetto a quanto vantato. Dal cda c'è stata la massima collaborazione, hanno recepito tutte le nostre indicazioni. Come ho più volte detto questo deve essere l'anno zero per le partecipate. Crediamo molto in questa azienda e in quello che potrà fare per lo sviluppo e l'occupazione in città". 

Tra le prossime sfide che attendono la multiutility di Maratta c'è ora quella della gara per la gestione delle reti del gas dell'Atem, una partita da centinaia di milioni di euro che Asm potrebbe giocare in tandem con Italgas sfidando colossi come Acea e A2A che potrebbero essere interessati a concorrere. Proprio mercoledì prossimo andrà in Giunta la delibera per affidare la gestione della gara a Terni Reti come era già stato annunciato nei giorni scorsi nel dibattito in commissione sul bilancio. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Con l'approvazione del bilancio l'attuale cda guidato da Paolo Ricci potrebbe ora rimettere il mandato cosa che peraltro ha già chiesto il sindaco Latini e che tornerà a sollecitare nei prossimi giorni per tutti i vertici delle partecipate. Restano ancora da sciogliere i nodi del bilancio delle farmacie che non è stato ancora approvato alla stessa stregua di quello del Servizio idrico integrato

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • La protesta a Terni contro le restrizioni del Dpcm. Il corteo da piazza Tacito a Palazzo Spada: "Libertà"

  • Coronavirus, prove tecniche di un nuovo lockdown. E a Terni tornano le file ai supermercati

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • Coronavirus, sospese le lezioni per un’altra scuola di Terni tranne per una classe: “Una mattinata particolare”

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento