rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Attualità

Servizi sociali in delega, il Comune si riprende un pezzo della "torta"

Palazzo Spada gestirà l'accompagnamento dei disabili e le borse di avviamento professionale che valgono circa 300mila euro prima affidati alla Asl, arrivano i voucher per il trasporto ai centri diurni

Servizi sociali in delega, il Comune di Terni si riprende un pezzo della "torta". Palazzo Spada ha infatti intenzione di gestire direttamente l'accompagnamento dei disabili, attraverso l'erogazione di voucher, e le borse di avviamento professionale per persone con deficit che fino a oggi sono stati affidati in delega alla Asl nel "pacchetto" dei servizi socio sanitari che scadrà a fine anno.

Si tratta di servizi che valgono circa 300mila euro all'anno.  La fattibilità dell'operazione, la riorganizzazione e la definizione del cronoprogramma è stata affidata dalla Giunta a un gruppo di lavoro che si è dato fino alla fine di novembre per mettere a punto tutto. L'obiettivo è anche quello di andare a una rivisitazione del trasporto ai centri diurni, sempre attraverso i voucher, già gestito di fatto dall'amministrazione comunale.

"Anche se la situazione delle casse comunali è nota - spiega l'assessore al Welfare, Marco Cecconi - il risparmio non deve essere l'unico faro e con questa operazione non vogliamo soltanto ottimizzare le risorse ma soprattutto rendere più efficaci i servizi".

Il pezzetto sarà sottratto alla "torta" dei servizi socio sanitari in delega alla Asl Umbria 2 che sta predisponendo la gara per l'individuazione di un gestore unico nel territorio di competenza dell'azienda sanitaria, vera grande novità. Un appalto, come anticipato nei giorni scorsi a Terni Today dal direttore amministrativo Enrico Martelli, che si aggira intorno ai 100 milioni di euro.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Servizi sociali in delega, il Comune si riprende un pezzo della "torta"

TerniToday è in caricamento