menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Terni acclama Foconi, il campione del mondo: "Grazie a tutti, Wuxi 2018 è stato solo il punto di partenza"

Il vincitore di due medaglie d'oro è stato premiato in Comune dal sindaco Leonardo Latini e dall'assessore allo sport Elena Proietti

'Daje!' Questo è l'augurio più grande che tutti fanno ad Alessio Foconi, fiorettista nostrano che, ai mondiali di Wuxi2018, ha conquistato il titolo di campione mondiale nella specialità a squadre e nella gara di fioretto maschile individuale. Acclamato dagli amici e da tutta la città, oggi è stato premiato dal Comune di Terni che lo ha voluto ringraziare per aver reso la Conca così importante nel mondo.

Scambiato per romano e toscano, Alessio ha sempre ribadito la sua 'ternitudine'. "È stato bellissimo trovare questa accoglienza", dice Alessio. "Non me lo aspettavo. Già a Fiumicino quando ho trovato tutti per me, tutti per acclamare la mia vittoria, è stato meraviglioso. Ho sempre pensato che avrei pianto una volta data la stoccata vincente, invece non ho versato una lacrima. Al contrario ne ho versate tante quando ho visto il calore di tutti voi".

TERNI ACCLAMA ALESSIO - IL VIDEO

"Voglio ringraziare soprattutto i miei genitori e mio nonno", ha continuato. "Ma anche tutti coloro che mi sono stati accanto, che mi hanno sostenuto in tutto e chi mi hanno aiutato a rimanere con i piedi per terra. Non ho mai pensato che le medaglie di Wuxi fossero un traguardo, ma solo la prova generale per quella che sarà la vera gara e questo mi ha permesso di ottenere questi risultati. Questo è un nuovo inizio, solo per arrivare più lontano".

Al campione, il Comune, ha regalato una targa. Così come all'allenatore Filippo Romagnoli che ha raccontato quanto emozionante sia stato seguire Alessio durante le gare. "Vorrei riuscire a vedere con l'occhio del tifoso, non più con il mio perché non riesco a tornare con i piedi per terra. Durante la gara spesso mi chiedevano se mi ero accorto di qualcosa, ma la mia risposta era sempre 'no', ero così concentrato a seguire le stoccate di Alessio che mi sembrava di essere in pedana con lui. In molti mi hanno chiesto 'Quando hai capito che avrebbe vinto?' e la mia risposta è stata sempre la stessa. 'Solo all'ultima stoccata. Finché non l ho visto non ci ho voluto credere'".

Fatto di scaramanzia. E di scaramanzia ha parlato anche Elena Proietti, assessora allo sport, che ha voluto ringraziare il ragzzo per i grandi successi "perché è anche dallo sport che una città rinasce". "Grazie perché adesso ovunque saremo nel mondo potremo dire siamo di Terni, la città di Alessio Foconi". Non ha voluto dire di più solo un: "Devi completare l'opera. Daje".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento