Processo Spada, la Lega: agli esponenti del Pd consigliamo un ripasso della recente storia politica di Terni

Il gruppo regionale del Carroccio dopo la sentenza che ha assolto l’ex sindaco Di Girolamo: inutile confondere gli esiti di questa inchiesta con il dissesto finanziario da oltre 80 milioni di euro

“Troviamo surreali le dichiarazioni degli esponenti del Pd umbro ai quali consigliamo un ripasso della recente storia politica della città di Terni che evidentemente o non conoscono o fanno finta di non conoscere”.

Così il gruppo regionale della Lega all’assemblea legislativa dell’Umbria.

“Gli esponenti regionali del Partito democratico parlano di restituire ‘dignità’ alla storia politica di Di Girolamo e degli ex amministratori, ‘sempre mossi dalla volontà di fare il bene di Terni e dei ternani’. Nel fare questo cadono in un ridicolo tentativo di voler confondere gli esiti del processo Spada con la realtà appurata di un dissesto economico-finanziario che proprio il Pd ha causato, creando oltre 80 milioni di euro di debito alle casse comunali. Di questa mala gestio che in casa Pd chiamano ‘fare il bene di Terni e dei ternani’, i cittadini ne hanno pagato le conseguenze e continueranno a pagarle con tasse locali al massimo e possibilità limitata di investimenti da parte dei nuovi amministratori del Comune di Terni”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“A differenza di quanto scrivono gli esponenti della sinistra - aggiungono i consiglieri leghisti - dal loro palazzo arroccato e senza finestre, i cittadini ternani conoscono bene le vicende che riguardano la loro città e se hanno deciso di affidare la guida di Terni alla Lega e al centrodestra, non è stato solo in seguito alle conseguenze del processo Spada, ma in virtù di una gestione del Comune pessima, superficiale e autoreferenziale, lontana dai problemi reali, consumata da lotte di potere nelle segrete stanze. Le differenze tra il modo di amministrare del passato e quello di oggi, dove le strade vengono asfaltate, i cantieri ripartono, la sicurezza torna ad essere un obiettivo raggiungibile, il turismo e le attività culturali rifioriscono - concludono - è sotto gli occhi di tutti. Nel vano tentativo di nascondere la polvere sotto al tappeto, il ‘nuovo’ Pd assomiglia sempre più a quello vecchio”.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La protesta a Terni contro le restrizioni del Dpcm. Il corteo da piazza Tacito a Palazzo Spada: "Libertà"

  • Coronavirus, prove tecniche di un nuovo lockdown. E a Terni tornano le file ai supermercati

  • Incidente su via Battisti. Un motociclista falciato e portato con urgenza al pronto soccorso

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • Il racconto di una mamma: la maestra di mio figlio è positiva al Covid, ecco tutto quello che non funziona nel sistema

  • Tragedia a Terni, rinvenuto dalla polizia di Stato cadavere di un uomo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento