menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L’analisi di Forza Italia: “Il ritiro della candidatura di Ferranti ha pesato”

Gli azzurri sottolineano come abbiano evitato un risultato ben più pesante: "Se consideriamo le fortissime candidature di Lega, FDI e Lista Tesei”

Il comitato provinciale di Forza Italia, a seguito delle elezioni regionali tenutesi lo scorso 27 ottobre, ha fatto il punto della situazione attraverso un documento diffuso agli organi di informazione. All’interno dello stesso si evidenzia quanto segue:

“L’analisi del voto ha evidenziato che la provincia di Terni con il 5.57 % dei voti ha conseguito una percentuale più alta, seppure di poco, della provincia di Perugia (5.48 %) invertendo il risultato conseguito alle europee. Certamente più i candidati erano “forti”, “più” c’è stata una rispondenza. Infatti abbiamo pagato un po’ dove c’era assenza di candidati (es. Valnerina) e dove c‘erano candidature meno forti anche se comunque, grazie ai candidati di “servizio”, siamo riusciti a tamponare ben maggiori emorragie di voti (es. Narni) dovute alla presenza di candidature molto competitive da parte di alleati e avversari”

Terni: il ritiro della candidatura di Francesco Ferranti

“Anche a Terni città, dove pur avendo pagato la situazione che si è creata a causa del ritiro della candidatura di Ferranti e con il partito che ha subito l’uscita di alcuni esponenti a cui la stampa ha dato subito risalto, grazie alla candidatura di Stefano Fatale e della generosa disponibilità alla candidatura “di servizio” del Dott. Mecarelli abbiamo evitato un risultato ben più pesante se consideriamo le fortissime candidature di Lega, FDI e Lista Tesei. La vicenda ternana è la dimostrazione plastica che era giusto il criterio di candidare tutti gli amministratori. Il contributo del vice coordinatore regionale in questo scenario sarebbe stato assolutamente determinante per conseguire un risultato nettamente al di sopra della media regionale. In provincia di Terni – sottolineano gli azzurri - sono state espresse circa il 73 % delle preferenze, a testimonianza del fatto che c’è un ottimo radicamento che ha compensato in parte la perdita del voto di opinione”

Conclusioni e valutazioni

“Pur nell’evidente difficoltà del partito a livello nazionale e pur la particolare condizione di una forte presenza leghista nella provincia di Terni, anche dovuta alla presenza del sindaco targato Lega, è riuscita ad ottenere un risultato al di sopra della media regionale. Forza Italia Terni auspica che nell’ambito della composizione della prossima Giunta regionale ci possa essere una giusta considerazione degli esponenti della provincia di Terni, vista la presenza di competenze amministrative e professionali sul territorio”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento