rotate-mobile
Giovedì, 1 Dicembre 2022
Politica

Comune di Terni: “Scenario mutato ma opposizione coesa. I partiti nazionali devono supportare il territorio”

Il capogruppo di Senso Civico Alessandro Gentiletti: “Bagarre propositiva e pronti al dialogo per ottenere dei risultati”

Uno scenario mutato, in previsione della ripresa dei lavori. Mercoledì 7 settembre il Consiglio comunale tornerà a riunirsi, nella sala consiliare di Palazzo Spada. Rispetto all’ultima seduta di fine luglio però gli equilibri, a livello nazionale, sono modificati e pertanto è lecito chiedersi se tutto ciò, alla resa dei conti, si riverbererà anche a livello locale.

Il capogruppo di Senso Civico Alessandro Gentiletti è intervenuto alla nostra redazione di www.ternitoday.it. Al momento, secondo il consigliere: “E’ ancora prematuro fare delle ipotesi. Tuttavia come opposizione (Partito democratico, Movimento cinque stelle, Terni immagina e Senso civico) siamo uniti e coesi” rispetto allo ‘strappo’ tra Dem e pentastellati che ha di fatto chiuso l’esperienza del ‘campo largo’.

Secondo Gentiletti: “I partiti nazionali – a tal proposito – devono supportare il territorio. Non è possibile immaginarlo come terra di conquista. Di fatto le elezioni politiche presentano un quadro diverso, mutato, rispetto al recente passato. Personalmente rappresento un sentimento civico di sinistra e non sono iscritto ad alcun partito. Dobbiamo restare compatti ed auspico che la maggioranza deponga le armi della propaganda per iniziare a parlare dei problemi veri della città”. Un esempio: “Siamo qui ad una manifestazione (il presidio organizzato sotto la Prefettura ndr) dove si trattano dei problemi reali per famiglie ed imprese con l’aumento del caro bollette”.

La proposta: “Abbiamo presentato un emendamento che ha creato un fondo di solidarietà, per il distacco delle utenze che sicuramente va incrementato. Inoltre è auspicabile, da parte della giunta, magari pensare al taglio delle indennità. Necessario anche convocare le partecipate ed agire a livello nazionale per cercare di ottenere un tetto al caro bollette”. Insomma mercoledì riparte la bagarre: “Ma anche il dialogo perché vogliamo ottenere dei risultati per la città.”

Al contempo stamattina, lunedì 5 settembre, semaforo verde dalla seconda commissione sull’estensione degli orari di apertura della biblioteca. “La maggioranza ha raccolto lo stimolo delle opposizioni” ha aggiunto Alessandro Gentiletti: “Approvato all’unanimità l’atto di indirizzo. Pertanto la biblioteca seguirà i seguenti orari: tutti i giorni dal lunedì al sabato, dalle 8.30 alle 20”.

Biblioteca

"Grande soddisfazione per il risultato ottenuto sull'apertura della Bct fino alle 20 e anche di sabatp- dichiara Filippo Formichetti presidente dell'associazione Terni Valley - un altro punto a favore della città quello che è stato segnato oggi, portando la maggioranza a condividere le nostre istanze, che sono quelle di tantissimi giovani, famiglie e studenti. Fino a poco tempo fa sembrava un tabù pretendere che anche a Terni, al pari delle altre città italiane ed europee, la Biblioteca facesse anche orario serale, soprattutto nei giorni festivi. Il tema è stato centrale nella nostra associazione fin dalla sua fondazione, ed è un qualcosa su cui molto si era battuto anche il mai dimenticato Giorgio Armillei e che tanti avevano richiesto anche nell’evento in suo ricordo".

Ed ancora: "Oggi è stato compreso dall'amministrazione che se Terni aspira ad essere città universitaria e vissuta dai giovani, deve utilizzare tutte le risorse che possiede e mettere a sistema i suoi servizi. Ora aspettiamo che in tempi rapidi venga data attuazione a questo atto di indirizzo e siano avviate tutte le procedure di legge per renderlo esecutivo quanto prima. Con ciò che non deve essere che un primo passo per una Terni sempre più vicina alle giovani generazioni, alle loro necessità, alle loro ambizioni, garantendo spazi di studio e aggregazione."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune di Terni: “Scenario mutato ma opposizione coesa. I partiti nazionali devono supportare il territorio”

TerniToday è in caricamento