Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Politica

Terni, per uscire dalla crisi "intervenire su viabilità, parcheggi e suolo pubblico"

La proposta di Filipponi (Pd): "Per Terni un'agenda di lavoro non il piagnisteo dell'Amministrazione"

Uscire dalla crisi non sarà facile. Ma tra le azioni da mettere in campo dovranno esserci delle concrete agevolazioni per l’utilizzo dei mezzi pubblici, per i parcheggi e sull’utilizzo del suolo pubblico, da concedere gratuitamente e da raddoppiare per consentire il mantenimento della distanza interpersonale.

Questi sono solo alcuni dei punti proposti dal Pd per iniziare a far fronte alla crisi economica scatenata dal Coronavirus: “Abbiamo ben presente il grido di allarme lanciato dai tantissimi commercianti, esercenti di bar, ristoratori, soprattutto del centro e vogliamo dare - dichiara in una nota il capogruppo consiliare del Partito Democratico Francesco Filipponi - un contributo con iniziative concrete a sostegno a tutti coloro che hanno bisogno di alzare la saracinesca per guadagnarsi da vivere. Ci sono cose da fare che l'Amministrazione Comunale non sembra finora in grado di fare, preferendo rifugiarsi dietro all'alibi del passato e dell'insulto al Pd, chiediamo all'amministrazione Latini di uscire dal piagnisteo e di svolgere finalmente l'incarico assegnatogli dai cittadini ternani: lavorare per la città”.

La prima proposta, riguarda la riproposizione, in sinergia con la Regione,  delle giornate ticket free anche al fine di “incentivare l’uso del trasporto pubblico e di mezzi a trazione elettrica o a motore ibrido, di promuovere l’uso del parcheggio coperto San Francesco aperto sempre, magari estendendo la fascia oraria a tariffa agevolata, concordare con le associazioni di categoria ulteriori modalità rispetto a ticket di parcheggio incentivati, ed infine rinnovare per un periodo ulteriore gli abbonamenti ai parcheggi pubblici non utilizzati durante il lockdown”.

“Occorre anche dar seguito al lavoro di implementazione del piano urbano della mobilità sostenibile, verificando azioni in linea con le esigenze della ZTL, verificando azioni di sostegno alle attività economiche e raddoppiando gli spazi per l'occupazione del suolo pubblico, lavorando con il Governo (che già metterà a disposizione dei comuni quota parte dei 3,5 miliardi concordati con Anci) per l'esenzione dal pagamento per tutto il 2020, e per implementare iniziative volte alla vivibilità e fruibilità del centro storico e delle periferie dove insistono le attività economiche”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terni, per uscire dalla crisi "intervenire su viabilità, parcheggi e suolo pubblico"

TerniToday è in caricamento