rotate-mobile
Altro

Terni, gli atleti dell’Accademia Shaolin brillano nell’Italian Team: pioggia di medaglie al torneo internazionale di Atene

Nove società italiane hanno partecipato al torneo internazionale di Wushu denominato ‘Acropolis Forbidden City’

Una competizione internazionale avvincente, che ha visto la partecipazione di atleti provenienti da diverse parti del mondo. Il torneo di Wushu denominato Acropolis Forbidden City si è svolto ad Atene, tra sabato 9 e domenica 10 marzo. A presenziare e patrocinare quest'importante manifestazione sono stati i Gran maestri Wu Bin (maestro di Jet Li), Tang Tung Wing e Wang Pei Kun. Nove società italiane hanno aderito alla manifestazione, dando vita all’Italian Team. Tra queste c’era l’Accademia Shaolin Kung Fu di Terni che hanno dato un notevole contributo alla causa azzurra.

La competizione è stata suddivisa nella prima giornata del sabato con la categoria Taolu e Tai chi, mentre nella domenica si sono svolti gli incontri di Sanda. Il maestro dell’accademia ternana Luca Primavera ha tracciato un bilancio della rassegna: “Il livello risultava molto alto da quanto anticipato nelle esibizioni delle squadre nazionali. Tuttavia i nostri atleti non si sono fatti scoraggiare e hanno espresso tutta la volontà di mostrare e dimostrare il lavoro, la fatica, le rinunce e i continui studi. Questo clima ha portato gli atleti di tutte le nazioni a dare solo il meglio di sé stessi, senza risparmiarsi in nessun modo”.

Il commento e la soddisfazione nell’aver raggiunto prestigiosi risultati: “Inutile dire che hanno conquistato vette alte, sui podi in tutte le categorie in cui si sono cimentati. Il Gruppo Elite ha dato prova di rappresentare in modo eccelso l'Italia, dando alle giovani generazioni che hanno iniziato a partecipare a queste manifestazioni un esempio, condividendo con loro la dedizione, la disciplina e soprattutto la passione per questo sport. I podi sono stati numerosi e colmi di orgoglio, nel portare il tricolore alto su quei gradini tanto ambiti quanto faticati”.

I risultati ottenuti: “Il nostro team – osserva Luca Primavera - ha gareggiato nella categoria Taolu con gli atleti del gruppo Elite e gruppo di supporto tra cui Giada Bronzini e Greta Frattaroli: ottima la loro prestazione con buoni piazzamenti in categorie composte da più di 15 atleti. Gli atleti premiati che hanno combattuto nella categoria Light Sanda sono stati Jacopo Digiovanni una medaglia d’oro, Filippo Antolini una medaglia d’argento, Giacomo Barbarossa una medaglia d’argento, Valentina Lattanzi una medaglia d’argento, Gabriel Castiglione una medaglia d’argento. Sempre nella categoria Sanda con contatto pieno ha visto Matteo Menconi al secondo posto con una medaglia d’argento”.

Il medagliere finale: “18 medaglie d'oro, 14 medaglie d’argento e 8 medaglie di bronzo. Dobbiamo anche menzionare Alessandro Bufi, componente dell’Italian Team richiesto come arbitro rappresentante del nostro gruppo, che ha presenziato nella giuria nel suo primo arbitraggio internazionale ad Atene”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terni, gli atleti dell’Accademia Shaolin brillano nell’Italian Team: pioggia di medaglie al torneo internazionale di Atene

TerniToday è in caricamento