Ternana, contestazione alla vigilia: nel mirino dei tifosi rossoverdi Luigi De Canio

Un centinaio di supporters rossoverdi presenti alla seduta mattutina delle Fere svoltasi al Comunale di Campitello. Out Diakite, Brevi e Fabris

ternana de canio

Seduta della vigilia più che movimentata in casa Ternana. Un centinaio di tifosi rossoverdi si sono radunati al Comunale di Campitello per contestare in primo luogo Luigi De Canio, tecnico dei rossoverdi. L'allenatore ha diretto una seduta a metà, poco più di un'ora tra esercizi atletici, partitelle miste e ritorno anticipato negli spogliatoi. Nel contempo Ezio Brevi e Fabrizio Fabris, che avevano diretto la sessione di ieri, sarebbero stati allontananti. Anche Diakite, tornato ad allenarsi a parte, è stato mandato sotto la doccia prima degli altri compagni

Non poteva non lasciare strascichi la convulsa giornata di ieri. Dapprima l'esonero comunicato poi il passo indietro e la scelta di nominare un nuovo DS. Parole poco 'dolci' rivolte soprattutto a De Canio che ha avuto un breve confronto in campo con i giocatori prima di dividerli in gruppi di lavoro. Spiccavano le assenze di Brevi e Fabris così come il ritorno di Diakite a parte. Mentre gli improperi proseguivano un piccolo botta e risposta in piena fase di allenamento. Nel mirino anche Giuseppe Vives il quale, al momento, non è riuscito a dare il proprio contributo in virtù di un lungo infortunio che lo ha tenuto ai box. DSC03345-2Successivamente la decisione di non proseguire e andare tutti negli spogliatoi. Presente Paolo Tagliavento che ha avuto un confronto cercando di mediare tra le parti. Una delegazione di sostenitori a parlare con capitan Defendi e mister De Canio, i restanti fuori dai cancelli, prima della decisione finale. Un faccia a faccia' durato circa 15 minuti dove alcuni calciatori si sono intrattenuti con i tifosi. La situazione è in evoluzione con il Teramo in arrivo, di certo una vigilia davvero movimentata in casa rossoverde

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Esce dall'auto e poco dopo si accascia a terra e muore. Un sabato pomeriggio drammatico a Ferentillo

  • La profumeria ecobio e l’idea creativa di un’imprenditrice ternana: “Ispirata da una filosofia di vita”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Tragedia ad Arrone, muore una giovane mamma: “Siamo tutti sotto choc, increduli e scossi”

Torna su
TerniToday è in caricamento