rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Sport

Ternana, Cristiano Lucarelli: “Ora la Serie A non è il nostro obiettivo”

Conferenza stampa infrasettimanale dell’allenatore: “Dobbiamo fare di tutto per non metterci nei guai. Inutile adesso parlare di playoff”

Incontro inusuale di mercoledì per Cristiano Lucarelli con la stampa. La Ternana, reduce dalla sconfitta al Ferraris di Genova (con evento organizzato dalla Confartigianato Terni di presentazione dei prodotti tipici umbri), si sta preparando per la prossima sfida al Liberati contro il Bari, uscito con un pari dallo scontro diretto contro il Frosinone. Obiettivo Serie A lontano e concentrazione per le restanti partite, con appello ai tifosi per domenica. Questi i temi della conferenza. 

“Secondo me - ha affermato Lucarelli - è necessario fare il punto della situazione. La richiesta nasce dal fatto che sono molto soddisfatto da quello che la squadra ha espresso in queste tre partite dal punto di vista del gioco, caratteriale e fisico. Vedo una squadra unita, con i ragazzi che si stanno allenando bene”. 

Focus su realtà e obiettivi stagionali: “Detto questo - continua Lucarelli - purtroppo, i risultati non sono stati alla pari delle prestazioni. Molto meno di quello che avremmo meritato sul campo. E quindi, forse esagerando, ho parlato di partita della vita, però sicuramente è una partita per noi molto importante. Dobbiamo essere bravi a non metterci nei guai. Questa è una stagione particolare, sono successe tante cose. Oggi siamo lontani dagli obiettivi prefissati. Io eviterei di continuare a parlare di cose che in questo momento non vanno bene, o possono crearci dei danni. In questo momento la Serie A non è il nostro obiettivo. Adesso dobbiamo portare la nave in porto, poi alla fine chi dovrà fare le valutazioni le farà. Le prossime cinque gare saranno importanti per chiudere un certo tipo di discorso. Questo il messaggio che volevo veicolare. 

Questione pubblico: “Continuerò a chiedere il sostegno dei nostri tifosi, come stanno facendo. La Ternana va portata in salvo, la stagione rischia di potersi trasformare in un altro tipo di situazione. Eviterei di parlare di playoff o di Serie A. Dobbiamo prendere coscienza della classifica, ma voglio accendere il campanello prima di entrare in una situazione di allarme. Il Liberati è diverso dal Ferraris, però c’è comunque bisogno dell’apporto di tutti”. 

Dialogo con Bandecchi: “Ho parlato ieri con il presidente e gli ho detto le stesse cose. Ma in questo momento non abbiamo la serenità per correre verso altri obiettivi. Ora dobbiamo mettere in sicurezza la stagione”. 

Conclusione con il mini ritiro annunciato in vista delle due trasferte consecutive: “Le prossime due trasferte partiremo qualche giorno prima in un mini ritiro. Non è punitivo ma situazione organizzata”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ternana, Cristiano Lucarelli: “Ora la Serie A non è il nostro obiettivo”

TerniToday è in caricamento