menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ternana, nuova istanza al Sottosegretario Giorgetti :"Il Governo intervenga"

Le società di Ternana, Novara, Pro Vercelli e Siena chiedono l'intervento del Governo

Una nuova istanza congiunta inviata al sottosegretario con delega allo Sport, Giancarlo Giorgetti ed al presidente della Lega Pro, Gabriele Gravina. Le società firmatarie sono Siena, Pro Vercelli, Ternana e Novara interessate alla vicenda ripescaggi. All’interno della stessa si evince quanto segue "Affinché il Governo intervenga, con l'adozione di un provvedimento straordinario per azzerare tutti i contenziosi attualmente in essere e, conseguentemente, provvedere al reintegro di tutte le società escluse dalla B”. La richiesta arriva dopo che oggi il Tar del Lazio ha respinto il ricorso della Pro Vercelli. Nell'istanza, le quattro società richiedenti sottolineano che l'intervento del Governo "E' l'unica azione idonea a garantire il regolare svolgimento dei campionati di B e C che sono partiti con ritardo e senza la partecipazione dei club istanti, che si trovano nella inammissibile situazione di non conoscere il proprio campionato di appartenenza". Infine la richiesta di "Sospendere le partite delle interessate come avvenuto per la Virtus Entella" e l'auspicio di una "pronta soluzione" alla vicenda.

Domani TFN e ricorso al Consiglio di Stato

Secondo quanto raccolto dalla nostra redazione domattina la Ternana depositerà un ricorso al Consiglio Di Stato con richiesta di misure cautelari. Inoltre, nel pomeriggio odierno, gli avvocati rossoverdi saranno presenti a Roma, al Tribunale Federale Nazionale per l'udienza relativa al format cadetto. La conseguenza di quanto stabilito dal TAR, nella giornata odierna, respingendo il ricorso della Pro Vercell. Contestualmente sul portale del CONI il comunicato relativo all'annullamento dell'udienza prevista alle 14,30 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento