rotate-mobile
Lunedì, 4 Marzo 2024

La Valnerina si rifà il look con l’asfalto d’acciaio di Ast: la sperimentazione di Anas

VIDEO | Su un tratto lungo circa 300 metri della strada sarà applicata la miscela bituminosa realizzata con le scorie dell’acciaieria di Terni

Anas ha avviato la sperimentazione di un asfalto innovativo realizzato con residui di lavorazione dell’acciaio, prodotti dalle acciaierie Arvedi Ast di Terni.

La sperimentazione ha lo scopo di testare su scala reale le caratteristiche di questa miscela bituminosa, già messa a punto e analizzata in laboratorio, che sarà applicata per la prima volta su un tratto di 300 metri lungo la strada statale 209 Valnerina a Ferentillo e sarà oggetto di verifiche periodiche per valutare l’andamento nel tempo dei parametri prestazionali.

“Essendo realizzato con materiale artificiale e da riciclo derivato da processi industriali - ha affermato l’amministratore delegato di Anas, Aldo Isi - il nuovo asfalto consente di abbattere l’impiego di materiali naturali vergini e quindi l’impatto sull’ambiente, in un’ottica di sostenibilità economica e ambientale per il risparmio energetico, l’abbattimento delle emissioni e l’ottimizzazione dei processi di economia circolare”.

Il progetto è stato promosso dalla Regione Umbria, con il supporto tecnico scientifico del centro sperimentale stradale Anas di Cesano e con la supervisione di Arpa Umbria. Il campo prova sulla SS209 Valnerina è eseguito dall’impresa esecutrice Pavi Srl con materiale (filler artificiale) fornito da Tapojarvi Italia Srl.

Si tratta della seconda sperimentazione eseguita da Anas in Umbria, dopo quella messa in opera nel 2021 sulla E45 con l’uso di sabbie derivanti dai processi di termovalorizzazione dei rifiuti solidi urbani, graniglie derivanti dalla produzione di acciaio e plastiche riciclate.

Video popolari

La Valnerina si rifà il look con l’asfalto d’acciaio di Ast: la sperimentazione di Anas

TerniToday è in caricamento