rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Attualità

Bretella Ast-San Carlo: “Previsti tagli ad alberi secolari e a centinaia di ulivi protetti”

Il deputato Angelo Bonelli (Alleanza Verdi e Sinistra) in un’interrogazione ai ministri Pichetto Fratin, Sangiuliano e Salvini: “Il progetto va contro l’articolo 11 dello statuto dell’Umbria”

Il progetto per la realizzazione della bretella Ast-San Carlo, che dovrebbe collegare parte del raccordo Terni-Rieti alla Arvedi Ast, “non tiene conto di diverse problematiche ambientali e paesaggistiche”. Lo afferma il deputato di Alleanza Verdi e Sinistra, Angelo Bonelli, in un'interrogazione ai ministri dell'ambiente, Gilberto Pichetto Fratin, della cultura, Gennaro Sangiuliano, e delle infrastrutture, Matteo Salvini. 

Nella zona sono presenti “cammini francescani che portano alla locale abbazia della Romita, prima chiesa fondata da San Francesco nella conca ternana”, spiega Bonelli chiedendo a Sangiuliano di valutare l'impatto dell'opera rispetto proprio ai cammini francescani e all'abbazia. 

Il progetto, inoltre, “nonostante le prescrizioni della Soprintendenza archeologica dell'Umbria, comporterà inevitabilmente notevolissimi impatti sull'ecosistema circostante, come il taglio di piante secolari, compresi centinaia di ulivi protetti, il taglio di boschi ivi presenti - prosegue il deputato di Alleanza Verdi e Sinistra - in un’area è interessata da un evidente rischio idrogeologico”. Inoltre, continua Bonelli, “il progetto violerebbe l'articolo 11 dello statuto dell’Umbria, che prevede la necessità di politiche di cura per evitare il cambiamento climatico e per la tutela dell'ambiente antropico”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bretella Ast-San Carlo: “Previsti tagli ad alberi secolari e a centinaia di ulivi protetti”

TerniToday è in caricamento