menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

'Donne che lottano per giocare a rugby', le Iguane rispondo alla Terni Rugby

A seguito della replica della società Terni Rugby le ragazze hanno voluto puntualizzare, con un post sulla loro pagina Facebook, alcuni aspetti della situazione. Concediamo anche a loro lo spazio necessario per chiarire la questione

A seguito della replica della società Terni Rugby riguardo all'articolo 'Sfida quotidiana al pregiudizio, storie di donne che lottano per giocare a rugby', pubblicata il 4 settembre da Ternitoday, le Iguane hanno voluto puntualizzare, con un post sulla loro pagina Facebook, alcuni aspetti della situazione. Concediamo anche alle ragazze lo spazio necessario per chiarire la questione.

"In seguito al chiarimento diffuso dal Terni Rugby, riguardo all'articolo di TerniToday che ci vedeva protagoniste, ci teniamo a dire che  ci dispiace che sia arrivato un messaggio sbagliato alla sopracitata società; le intenzioni erano raccontare la nostra storia. Abbiamo detto la verità e in maniera TOTALMENTE DISTACCATA DALL'ARGOMENTO IGUANE E SOCIETÀ, abbiamo parlato di discriminazione di genere all'interno degli sport femminili tutti, SENZA CONNETTERE LE DUE COSE. 

Le nostre intenzioni non erano nemmeno dare vita ad una guerra via social e a suon di legali, ma semplicemente raccontare ciò che per noi è il rugby e ciò che abbiamo fatto per arrivare fino ad oggi e dichiarare le discriminazioni subite di carattere sessuale che ogni donna che pratica uno sport ritenuto "maschile" subisce, almeno una volta nella vita, ma in maniera totalmente generale E NON CERTO ENTRO LE MURA DELLA SOCIETÀ DEL TERNI RUGBY.

Teniamo inoltre a mettere tutti i puntini sulle i per una totale riappacificazione e totale trasparenza da entrambi i lati, riguardo all'articolo uscito sulla pagina del Terni Rugby il quale riporta che il nostro primo calendario fu finanziato dal signor Betti che è vero, ha contribuito, ma insieme agli altri nove sponsor che ci hanno finanziate e, che ancora ringraziamo di cuore! Inoltre il pezzo parla di viaggi fatti da noi iguane che "non erano vere e proprie trasferte", invece lo erano, perché per un anno intero ben sette ragazze si sono mosse autononamente, per 3/4 volte a settimana, da Terni a Perugia e da Perugia a Terni, ogni settimana, finanziando gli spostamenti con i ricavati del calendario. Chi abitava effettivamente a Perugia era solo una ragazza, poi il fatto che diverse di noi siano iscritte all'università di Perugia, non toglie che gli spostamenti in orario di allenamento siano stati fatti esclusivamente per il rugby.

In ultimo teniamo a dire che i nomi nell'articolo di TerniToday erano in forma anonima perchè il giornale è abituato a tutelare le persone che intervista e "l'unica ragazza che si è firmata col proprio nome" non ha detto, ciò che riporta l'articolo del Terni Rugby "da un certo momento in poi la società non ha dato grande supporto alle ragazze” frase decontestualizzata e che in alcun modo è stata riportata dalla nostra compagna che viene citata invece in chiusura dell'articolo di Terni Today: "Come dice Francesca, la ragazza 'di giugno': "Perché mi dicevano che per giocare ci voleva il fisico, ma dovevano fare ancora i conti con la mia testa". Giugno in riferimento al calendario.

IN CONCLUSIONE CI DISPIACE PER I FRAINTENDIMENTI E I DUE ARTICOLI POCO CHIARI FORSE, CHE HANNO PORTATO AD UNA SERIE DI EQUIVOCI MA LE NOSTRE INTENZIONI COME GIÀ SPIEGATE ERANO ALTRE E NON CERTO DIFFAMARE LA NOSTRA EX SOCIETÀ, I DUE ARGOMENTI CITATI NEL NOSTRO ARTICOLO (1- discriminazioni di genere e 2- iguane) ERANO TOTALMENTE SLEGATI TRA DI LORO.

CI AUGURIAMO CHE QUESTA SPIACEVOLE SITUAZIONE POSSA INVECE TRASFORMARSI IN UN'OCCASIONE DI SINCERO CONFRONTO!"

Le iguane

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Muore la padrona e restano "orfani". Due gatti cercano famiglia a Terni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento