rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Attualità

L’ospedale di Terni “cura” il precariato: dal primo luglio 58 stabilizzazioni, le figure coinvolte

Il provvedimento coinvolgerà infermieri, operatori socio sanitari, un radiologo e alcuni dirigenti medici. Il direttore generale Andrea Casciari: “Innalzamento del livello del lavoro e quindi delle prestazioni sanitarie offerte ai cittadini”

Dal prossimo primo luglio, 58 dipendenti dell’azienda ospedaliera Santa Maria di Terni saranno stabilizzati contrattualmente. È quanto ha deciso la direzione generale dell’ospedale, dopo il parere degli uffici competenti, tramite la delibera 491 sottoscritta dal direttore generale Andrea Casciari il 23 giugno.

Le novità avranno decorrenza dal primo luglio e riguarderanno personale sanitario e sociosanitario del Santa Maria. In particolare, il provvedimento coinvolge 48 infermieri, un tecnico sanitario di Radiologia Medica, un ortottista, quattro operatori sociosanitari, quattro dirigenti medici.

“Si tratta di un provvedimento - spiega il direttore generale Casciari - che va nella direzione della stabilizzazione dei lavoratori e quindi di un innalzamento della qualità del lavoro. La nostra azienda punta molto su questo aspetto, nella consapevolezza che politiche di miglioramento delle condizioni occupazionali significano anche un innalzamento del livello del lavoro e quindi delle prestazioni sanitarie offerte ai cittadini. Questa decisione assume particolare rilevanza soprattutto perché si inserisce in un momento storico in cui è difficile reclutare risorse umane. Il fatto di poter contare su professionisti che già conoscono la nostra realtà dà ancora più valore a questa operazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’ospedale di Terni “cura” il precariato: dal primo luglio 58 stabilizzazioni, le figure coinvolte

TerniToday è in caricamento