menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto Euromedia

foto Euromedia

Terni ed il suo futuro. Il Pd: "Abbiamo pronta la penna in mano". La Lega: "Usatela per firmare le cambiali lasciate"

Gli esponenti della Lega Terni rispondono alle proposte Dem. Il dibattito era stato acceso dal manifesto reso noto dalla ‘coalizione degli innovatori’

Politica locale ‘on fire’ a seguito del manifesto reso noto dalla ‘coalizione degli innovatori’. Una serie di proposte che hanno animato il dibattito, seppur virtuale, in una città fortemente condizionata dall’emergenza sanitaria in auge. Dopo l’intervento del primo cittadino Leonardo Latini anche il Partito Democratico ha voluto esplicitare il proprio pensiero sottolineando come tale forza lavora, ambisce e progetta: “Per proporre un’alternativa credibile e scrivere insieme ai soggetti che intenderanno farlo un nuovo ciclo”.

“La base di partenza di questo ragionamento è una nuova visione della comunità tutta – affermano i dem - la necessità di agire con circolarità, consapevoli che le partite che abbiamo davanti vanno giocate facendo sistema, appare sempre più evidente oggi il ruolo strategico, attrattivo e propulsivo delle città e delle aree urbane dentro lo scenario globale multipolare”.

“Siamo certi che la città e le sue forze migliori non si tireranno indietro davanti alle sfide prossime venture che ci aspettano”. Inoltre altrettanto certi che Terni: “Da sempre comunità accogliente e atta all’integrazione, saprà essere in grado di trarre il massimo da tutte le realtà culturali, etniche ed economiche che da sempre rappresentano la sua ricchezza. Nuove pagine di storia da scrivere ci aspettano, il nostro Partito politico sarà di nuovo pronto a svolgere il suo ruolo centrale nel costruire ed aggregare forze culturali, civiche, associazionistiche per scrivere insieme nuove pagine di storia cittadina e per questo il PD ha già la penna in mano”.

La risposta della Lega Terni

“Sentire il Partito Democratico parlare di futuro della città di Terni fa sorridere da una parte e sotto certi aspetti quasi spaventa – dichiarano in una nota gli esponenti della Lega - La prospettiva di rivedere la sinistra alla guida dell’amministrazione comunale rappresenta il cattivo presagio di un ritorno al passato, un film dell'horror, che per fortuna ha visto già la parola fine”. Le responsabilità della sinistra: “Se ad un certo punto della sua storia la città ha rischiato di vedere cancellato il proprio futuro, è proprio per responsabilità di quella sinistra che adesso, con l’arroganza che da sempre la contraddistingue, dice di poterlo scrivere. Se dite di avere la penna in mano, allora dovreste usarla per firmare le cambiali dei debiti che avete lasciato”.

Futuro e prospettive

“Grazie al senso di responsabilità dell’amministrazione Latini, nonostante il dissesto finanziario e una emergenza sanitaria ed economica senza precedenti causata dal diffondersi del contagio da Coronavirus, a Terni possiamo tornare a parlare di prospettive, di strategie, di rinnovamento”. Nello specifico: “Di cantieri che partono, di politiche di welfare realmente a sostegno di chi ha bisogno e non degli amici degli amici, di intraprendere un percorso serio di mobilità alternativa e di progettare una città “dinamica” e attrattiva grazie anche al contributo degli assessori e dei consiglieri comunali della Lega”.

“Gli innovatori sono già alla guida della città e se qualcuno intende con le proprie idee contribuire a sviluppare dei progetti mirati al bene della comunità è il benvenuto”.

L'intervento del sindaco Leonardo Latini

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La storia di un’artigiana ternana, dal riciclo del materiale di scarto alla trasformazione in pezzi unici: “Collane, bracciali, orecchini su misura”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento