rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Politica

Terni, botta e risposta tra Alternativa Popolare e il centrodestra sul consiglio comunale straordinario

Replica sulla richiesta di convocazione da parte dei due coordinatori. Riccardo Parca (Ap): “Non ci faremo intimidire, né condizionare, nel regolare svolgimento delle funzioni istituzionali”. Marco Cecconi (FdI): “Non è una intimidazione, ma solo quanto previsto dal regolamento, dallo statuto e dal Tuel”

Non si placa la diatriba politica sulla questione relativa alla richiesta, dei consiglieri di centrodestra, di convocare un consiglio comunale straordinario per il caso che ha coinvolto il sindaco di Terni e il responsabile della comunicazione della giunta comunale.

“Come coordinatore comunale di Alternativa Popolare mi sento di sostenere con vigore l’azione della presidente del consiglio comunale Sara Francescangeli e la sua piena autonomia di scelta – scrive il Riccardo Parca – non ci faremo intimidire, né condizionare,  nel regolare svolgimento delle funzioni istituzionali. Alternativa Popolare, a sostegno e a difesa del gruppo consiliare, e nello specifico della presidente del consiglio  Sara Francescangeli,  ribadisce che il confronto tra maggioranza e opposizione deve avvenire solo nelle forme istituzionali corrette. Qualsiasi altro tentativo, come l’esercizio di pressioni a mezzo di messaggi privati, inaccettabili nella forma e nel contenuto, ricevuti in questi giorni dalla presidente del consiglio Sara Francescangeli, saranno respinti con forza da tutta la maggioranza e dal Partito che rappresentano. Di fronte a problemi economici e finanziari – aggiunge ancora  Parca – che l’attuale giunta si trova a dover affrontare e risolvere in conseguenza delle mal gestioni precedenti, sorprende il tentativo maldestro di chiedere la convocazione del consiglio comunale per affrontare in modo strumentale episodi già risolti e dimenticati. Saremo stati ben felici di convocare il consiglio comunale per discutere  sinergicamente di contenuti utili alla città  e alla risoluzione dei gravi problemi che troviamo ad affrontare”. 

Replica di Marco Cecconi, consigliere e coordinatore comunale di Fratelli d’Italia: “Adesso basta. Basta mistificare, basta con i tentativi di rigirare la frittata. La richiesta di una convocazione straordinaria del consiglio comunale avanzata dagli eletti di centrodestra è stata presentata in piena conformità alle regole. E come tale va accolta nei termini previsti. Punto. A nessuno è data la facoltà di sindacare nel merito della richiesta magari per giudicare se accoglierla o meno, semplicemente perché nessuno può permettersi di non accoglierla. Tutta questa resistenza ad applicare le regole, tutta questa insofferenza verso la sola prospettiva di dover discutere in aula dei temi oggetto della nostra richiesta di consiglio straordinario, tutti i tentativi di menare il can per l’aia per evitare che l’assemblea degli eletti si riunisca pubblicamente per discutere di rispetto delle regole e delle persone, tutto questo non fa che tradire un forte imbarazzo da parte della maggioranza, che si ritrova costretta a difendere l’indifendibile e sicuramente preferirebbe nascondere la spazzatura sotto al tappeto. Bene: questo non si può fare. È il caso che Alternativa Popolare se ne faccia una ragione. Per noi, il rispetto  di regole e persone viene prima di qualunque altra cosa. Ed è preoccupante che qualcuno provi a derubricare la faccenda, cercando maldestramente di farla passare per una cosuccia da niente. Il Presidente dell’assemblea convochi il consiglio nei termini previsti; il sindaco venga a rispondere in aula delle questioni che abbiamo posto all’ordine del giorno. Non è una minaccia, evidentemente. Non è una intimidazione: piaccia o no, è semplicemente quanto previsto dal regolamento, dallo statuto, dal testo unico sugli enti locali. Ed è noioso dover continuare a ricordarlo a chi dovrebbe esserne garante”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terni, botta e risposta tra Alternativa Popolare e il centrodestra sul consiglio comunale straordinario

TerniToday è in caricamento